Lotta alle morti sul lavoro, diplomati 36 nuovi responsabili della sicurezza

16 ottobre 2013

È la formazione, costante e continua, insieme alla collaborazione di tutte le istituzioni e alla massima attenzione alla sicurezza, ad arginare il rischio di espulsione dal mercato del lavoro: ai trentasei partecipanti al progetto “Da studente a Rspp – Responsabile del servizio di prevenzione e protezione” sono stati consegnati stamattina gli attestati di riconoscimento. Si tratta di giovani diplomati degli istituti Tramello e Raineri-Marcora che hanno terminato il percorso. Presenti l’assessore provinciale alle Politiche del Lavoro e al sistema scolastico e della Formazione Andrea Paparo e i rappresentanti di Inail, Assoservizi, Ente Scuola Edile e dei due istituti. Sia nel mondo dell’agricoltura che in quello dell’edilizia, si contano ogni anno il maggior numero di morti sul lavoro: nel 2012 le morti sul posto di lavoro sono state 9 rispetto alle 4 del 2011; gli infortuni denunciati all’Inail sono stati 5048 contro i 5442 dell’anno precedente. “Le aziende hanno sempre più bisogno di figure come le vostre per limitare i rischi di infortuni sul lavoro” hanno concordato i relatori rivolgendosi ai ragazzi.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE