Minorenni al lavoro; calo del 40% in tre anni. Cresce la scolarizzazione

17 ottobre 2013

Sono sempre meno gli under 18 piacentini che, una volta ultimata la scuola dell’obbligo, entrano a far parte del mondo del lavoro.

Secondo quanto rilevato dalla Provincia di Piacenza lo scorso anno 263 ragazzi (149 maschi e 114 femmine), compresi nella fascia d’età 16-18, sono stati avviati a una professione; il 40,1% in meno rispetto a tre anni fa, quando i giovanissimi lavoratori erano 439 (269 maschi e 170 femmine).

Una diminuzione che in parte è da imputare alla crisi occupazionale, dovuta alla difficile situazione economica generale e da un lato mette in luce una differente scelta degli adolescenti, che preferiscono, con maggior frequenza, proseguire il percorso di studi; lo scorso anno erano 10.874 gli studenti che si sono seduti nei banchi degli istituti superiori di città e provincia, 185 in più rispetto al 2011, pari a una crescita del tasso di scolarizzazione dell’1,7%.

Il settore economico piacentino che lo scorso anno ha accolto più minorenni è quello dei pubblici esercizi (93 under 18) seguito dall’agricoltura (76 under 18).

In netto calo i giovanissimi che nel 2012 hanno trovato lavoro nell’industria metal meccanica; solo 9 ragazzi, rispetto ai 64 assunti nel 2010.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE