Aveva lanciato un etto di hashish; patteggia due anni agli arresti domiciliari

21 ottobre 2013

Era stato visto dai militari di Pontenure mentre tentava di liberarsi di 100 grammi di hashish; un gesto che a un 33enne piacentino era costato l’arresto per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio e la misura cautelare in carcere.
Oggi la vicenda è approdata in tribunale, di fronte al giudice Maurizio Boselli; il ragazzo ha patteggiato la pena a due anni da scontare agli arresti domiciliari e al pagamento di 3.000 euro di multa, con l’autorizzazione a potersi recare a lavoro.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE