Foti sulla Fondazione: “Per Banca Monte spesi 77 milioni, oggi ne vale 50 in meno”

30 ottobre 2013

Tommaso Foti

Con una interrogazione il consigliere comunale Tommaso Foti (Fratelli d’Italia), alla luce della ricostruzione della partecipazione detenuta dalla Fondazione di Piacenza e Vigevano in Banca Monte, evidenzia che la stessa vale oggi oltre 50 milioni di euro in meno rispetto ai prezzi d’acquisto.

Rivolgendosi al sindaco l’esponente di Fratelli d’Italia chiede:

a) se non ritenga doveroso impartire opportune direttive ai rappresentanti del Comune di Piacenza all’interno del Consiglio Generale della Fondazione, affinché gli stessi abbiano a richiedere, quanto meno a titolo prudenziale, che si provveda ad un’ulteriore svalutazione (dopo quella pari a 25 milioni effettuata nel 2011) del valore della partecipazione detenuta dalla Fondazione in Banca Monte Parma;

b) se non intenda accertare, sempre per il tramite dei rappresentanti del Comune di Piacenza nel Consiglio Generale della Fondazione, se nel corso dei precedenti anni la Fondazione avesse stipulato con altri soci di Banca Monte Parma un patto di sindacato, nel quale caso si chiede di conoscerne i contenuti e le possibilità operative che lo stesso consentiva, anche alla luce delle disposizioni dettate dallo Statuto di Banca Monte Parma.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca