Lega Nord, c’è il “patto della zucca”. Matteo Salvini, tour de force in Valtidone

31 ottobre 2013

20131030-235903.jpg

Alla fine il “patto della zucca” riporta la pace all’interno della Lega Nord. Il Carroccio, infatti, ritrova l’unità nella notte di Halloween. A lanciare segnali di pace è Matteo Salvini, candidato favorito alla segreteria del Carroccio, che questa sera vivrà un autentico “tour de force” in Valtidone. “Partirò da Milano un’ora prima per essere a Pecorara. Poi andrò a Ziano”, assicura l’eurodeputato lombardo. I militanti tirano un sospiro di sollievo: non sarà la doppia festa leghista dedicata alla zucca a suggellare il temuto strappo tra fedelissimi di Umberto Bossi e sostenitori di Roberto Maroni.
“Mi hanno invitato – dice Salvini – a Ziano e vado con piacere all’iniziativa della Lega piacentina, che è un po’ la festa di tutta la Lega emiliana. Lì tra l’altro c’è un nostro sindaco in gambissima, Manuel Ghilardelli, ormai alla fine del suo mandato, ma che deve assolutamente continuare a fare il primo cittadino. Detto questo, per il rispetto che nutro nei confronti di Bossi, farò prima tappa alla festa di Pecorara, dove peraltro non sono mai stato”.
L’intervista completa su Libertà oggi in edicola.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE