Piacenza

Traffico di sostanze anabolizzanti con la Romania, poliziotto arrestato

31 ottobre 2013

Arresto allievo poliziotto

Arrestato in flagranza di reato un poliziotto 28enne, originario di Roma e in servizio presso la scuola allievi di Piacenza, in viale Malta; il giovane agente, attualmente agli arresti domiciliari, è accusato dalla Procura di Piacenza di traffico di sostanze anabolizzanti e ricettazione.

L’arresto è stato effettuato sabato 26 ottobre, dagli agenti della squadra mobile della questura; il carico di sostanze, provenienti dalla Romania, era a bordo di un corriere. Il veicolo ha effettuato la consegna di sera, davanti alla stazione ferroviaria della città;  il giovane agente, che aveva un ruolo da intermediario, è stato colto in flagrante dalle forze dell’ordine, che l’hanno bloccato con sette scatole contenenti varie sostanze anabolizzanti.

I pacchi sono stati posti sotto sequestro dai poliziotti; all’interno sono state rinvenute fiale di Deca-Durabolin – sostanza dopante non commercializzabile – e anabolizzanti, vendibili solo per uso sanitario o veterinario, attraverso i canali ufficiali delle farmacie, potenzialmente pericolosissimi per la salute se assunti senza il controllo medico.
Le indagini, condotte dalla squadra mobile della questura, sotto la direzione del pubblico ministero Antonio Colonna, sono scaturite nell’ambito dell’utilizzo di prodotti anabolizzanti all’interno delle palestre.
Secondo gli investigatori, l’agente 28enne aveva il ruolo di intermediario, “un tassello importante”, tra i canali di rifornimento, attivi in Romania, e gli assuntori di sostanze anabolizzanti.
Il procuratore della Repubblica, Salvatore Cappelleri, ha dichiarato che l’operazione è stata condotta “con competenza e determinazione; la squadra mobile ha dimostrato che un corpo sano, come la Polizia di Stato, sa espellere chi devia dalle regole pur indossando la divisa”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Foto Gallery Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE