Piacenza

Ancora violenza: dopo l’autista anche un controllore preso a pugni

4 novembre 2013

Autobus Seta

Un’ altra aggressione dopo quella di sabato, questa volta ai danni di un controllore, è avvenuta alle 16 di oggi in città; tre giovani, apparentemente minorenni, si sono allontanati da un bus fermo in piazza Cittadella, rifiutando di sottoporre i loro abbonamenti alla verifica del personale addetto.
Tre controllori del pullman si sono lanciati a piedi all’inseguimento della banda che è stata raggiunta all’angolo tra via Cavour e via X Giugno; la reazione dei ragazzi non si è fatta attendere e uno di loro ha assalito un controllore, colpendolo con un pugno in volto e poi scappando con gli amici al seguito.
Sul posto è intervenuta la volante della polizia che ha raccolto le testimonianze e avviato le indagini. La vittima dell’aggressione si è recata al pronto soccorso, la prognosi è di 10 giorni.

Notizia delle 10.30 del 4 novembre 2013
Un autista di Seta sabato pomeriggio, intorno alle 18.30, è stato aggredito da un giovane sconosciuto, mentre era in servizio su un pullman della linea extraurbana di Fiorenzuola. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, l’uomo, di circa 40 anni, è stato vittima di un gruppo di tre ragazzini che si divertivano a far suonare, in maniera continua, il campanello della sosta. L’autista ha fermato il bus e si è alzato per richiamarli all’ordine; per tutta risposta, è stato colpito da un componente della banda con un pugno in un occhio. Il colpevole, insieme ai suoi amici, si è dato prontamente alla fuga mentre l’autista, ferito, è stato medicato all’ospedale di Fiorenzuola. Del fatto, a cui hanno assistito numerosi testimoni, sono state informati i carabinieri che ora si stanno muovendo per identificare i responsabili, con tutta probabilità residenti in paese. “Si tratta dell’ennesimo episodio gravissimo, che dimostra che la situazione ormai è fuori controllo ovunque, non solo su certe linee” – ha commentato Fabrizio Badagnani di Faisa Cisal.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza Provincia Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE