Piacenza

Trasporto pubblico, tocca ai sindaci pagare. “Siamo in braghe di tela”

7 novembre 2013

sindaci

La Provincia ha convocato i sindaci nella sala consiliare di corso Garibaldi per chiedere loro un contributo al trasporto pubblico locale, come già accade a Reggio Emilia, Modena e nella città di Piacenza. La richiesta era già stata ventilata più volte, ma senza mai essere stata concretizzata. Per quest’anno, l’ente di corso Garibaldi riuscirà a sostenere ancora le spese del trasporto dei Comuni della provincia attraverso la vendita delle quote in Seta. Ma quei 600mila euro, ottenuti dall’operazione, saranno solo una “pezza”, perché la cifra non potrà coprire tutte le spese legate al trasporto, stimate per la provincia in circa 980mila euro complessivi. La notizia, arrivata a pochi giorni dall’approvazione dei bilanci, è stata accolta non senza malumore dai primi cittadini, convocati oggi pomeriggio. “Come facciamo? Siamo tutti in braghe di tela, almeno ci facciano decidere sul trasporto” ha detto il sindaco di Pontedellolio, Roberto Spinola. Il contributo richiesto dal 2014 va da 2,28 euro ad abitante nei Comuni più decentrati a 6,03 euro ad abitante. I sindaci chiedono di avere potere decisionale, in cambio del pagamento della nuova quota.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE