“Ospedale Fiorenzuola e 118, la Regione vuole rubarci le eccellenze”

11 novembre 2013

20131111-163820.jpg

Lo spostamento della centrale piacentina del 118 è stato al centro degli interventi di apertura del consiglio comunale di oggi. “La Regione ce la vuole scippare senza motivo – ha detto il leghista Massimo Polledri – e non ha neppure il coraggio di metterci la faccia, si nasconde dietro commissioni tecniche che hanno un preciso mandato. Chiudere una struttura così peggiorerà la vita dei piacentini, in particolari anziani e famiglie. Vogliono fare qualcosa di simile con l’ospedale di Fiorenzuola, dove si è attivato un comitato molto combattivo. Il Comune prenda esempio da loro e non si arrenda”.

Il democratico Stefano Cugini ha ricordato come “la logica di area vasta sia condivisibile, naturalmente ci vogliono assolute garanzie per il mantenimento di questo servizio fondamentale e a Piacenza dovrebbe essere riservato un ruolo di effettivo coordinamento. Ma il centrodestra si decida: non vuole l’accorpamento del 118 e poi propone la maxi -Asl con altri territori”.

Il capogruppo del Pd Daniel Negri ha ribadito la fiducia nei confronti dell’assessore al Commercio Katia Tarasconi, destinataria di una mozione con cui la minoranza chiede al sindaco Paolo Dosi la revoca delle sue deleghe. Lo stesso primo cittadino ha detto di essere molto soddisfatto dell’operato dell’assessore.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE