Cinque comuni piacentini nel progetto “Softeconomy” per valorizzare l’appennino

12 novembre 2013

campagna

I GAL Antico Frignano e Appennino Reggiano, Appennino Bolognese e SOPRIP in collaborazione con il Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano e gli Enti di gestione per i Parchi e la Biodiversità dell’Emilia Occidentale, Centrale e Orientale hanno dato vita al progetto di cooperazione interterritoriale “Softeconomy nei Parchi e nelle Aree Protette dell’Appennino Emiliano” finanziato dalla Misura 424 Asse 4 leader PSR2007/2013 RER.

l progetto di cooperazione interterritoriale “Softeconomy nei Parchi e nelle Aree Protette dell’Appennino Emiliano” vuole valorizzare il rapporto tra natura protetta, qualità delle produzioni agroalimentari e accoglienza, favorire la collaborazione tra imprese e territorio promuovendo lo sviluppo sostenibile.

Il progetto riguarda in particolare le imprese agricole e turistiche che operano nei territori dell’Appennino Emiliano, destinatari  delle misure di sviluppo rurale previste dell’Asse Leader, in cui vi è presenza di Parchi o Aree Protette.  In provincia di Piacenza il progetto riguarderà le imprese con sede nei territori del GAL SOPRIP nei Comuni di: Comuni di: Gropparello, Lugagnano Val D’Arda, Vernasca, Alseno, Castell’Arquato.

Il progetto intende selezionare e mettere in rete le imprese che hanno instaurato un rapporto stretto e sinergico con il territorio di origine, sottolineandone il pregio da un punto di vista naturalistico e ambientale garantito dalla presenza di Parchi, come elemento distintivo e qualificante dei propri prodotti e servizi.

Le imprese coinvolte verranno accompagnate in attività di qualificazione e promozione, mirate a presentarsi a nuovi mercati e target, soprattutto quello dei Gruppi di Acquisto, all’interno di un unico paniere di prodotti e servizi, sperimentando forme di collaborazione e networking e avviando strumenti comuni di marketing (partecipazione a fiere, web-marketing, eventi sul territorio).

Il progetto è stato presentato nel dettaglio nel corso dell’incontro tenutosi Martedì 12 Novembre, presso la Sala Consigliare della Provincia di Piacenza, durante il quale sono intervenuti Alessandro Cardinali (Presidente GAL SOPRIP), Agostino Maggiali (Presidente Ente di gestione Parchi e Biodiversità – Emilia occidentale e Filippo Lenzerini (Punto 3 s.r.l., responsabile attuazione azioni comuni del progetto).

I prossimi passi prevedono una serie di incontri sul territorio appenninico per concertare con le imprese, gli Enti Locali e gli stakeholders i criteri di selezione delle aziende e dei prodotti che saranno inseriti nel paniere dei prodotti e servizi dei Parchi e delle Aree Protette dell’Appennino Emiliano.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca