Ingiunzione in tribunale, l’Asp paga i debiti con Dimensione sociale

14 novembre 2013

Vittorio Emanuele

Continuano le schermaglie tra l’Asp Città di Piacenza (quindi indirettamente il Comune che la controlla) e la coop Dimensione Sociale, che gestisce 200 lavoratori del Vittorio Emanuele e degli Ospizi civili. Palazzo Mercanti nelle scorse settimane aveva iniziato il procedimento per la revoca dell’accreditamento alla cooperativa, in particolare dopo le “turbolenze” estive che avevano portato al ritardato pagamento degli stipendi. Una circostanza che Dimensione Sociale aveva giustificato richiamando i tanti crediti che vantava con le pubbliche amministrazioni, a cominciare proprio dall’Asp piacentina. La coop ha così deciso di difendersi attaccando e ha presentato in tribunale un ingiunzione di pagamento destinata alla stessa Asp, che dopo essersi vita notificare l’atto ha provveduto a sbloccare il saldo, pari a oltre 350mila euro.

Resta aperta la partita-accreditamento: il contratto della cooperativa durerebbe ancora per un anno, mentre il Comune vorrebbe iniziare il 2014 con un altro gestore.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE