Lavoro, inserimento persone disabili: a disposizione un milione di euro

14 novembre 2013

palazzo provincia

Oltre 1 milione di euro da destinare all’inserimento lavorativo delle persone con disabilità. Sono queste le risorse messe a disposizione dalla Regione Emilia-Romagna tramite la Provincia di Piacenza a favore del “Piano di supporto e qualificazione degli inserimenti lavorativi delle persone con disabilità” per l’anno 2013.
In particolare oltre 450 mila euro verranno tradotti in contributi ai datori di lavoro che hanno assunto o intendono assumere lavoratori disabili (tali contributi variano sulla base del grado di disabilità e della tipologia di inserimento professionale) e con iniziative a sostegno dell’autoimprenditoria e dell’autoimpiego. Altri 500mila euro sono già stati destinati ad attività di formazione professionale e di qualificazione; infine una quota sarà destinata al potenziamento dei servizi dell’ente per il collocamento dei lavoratori con disabilità.
“Siamo molto soddisfatti di poter destinare una somma così considerevole ai lavoratori portatori di disabilità – ha commentato l’assessore provinciale alle Politiche del lavoro Andrea Paparo – ci aspettiamo che i datori di lavoro presentino le domande e usufruiscano di questa opportunità. Il Piano contribuisce a contrastare la crisi, non solo dal punto di vista economico, ma rappresenta un segnale forte di impegno per impostare una nuova eticità nei rapporti sociali e di lavoro, nei quali ognuno può portare il proprio contributo, per un significativo cambiamento culturale. La particolare attenzione dedicata alle fasce cosiddette deboli rappresenta un dovere, un’opportunità per la costruzione dell’autonomia umana e relazionale delle persone, oltre che una possibilità di crescita per l’intero territorio”.
L’Avviso pubblico scadrà il 31 dicembre 2013 e le domande potranno essere presentate fino al 31 gennaio 2014. Per l’annualità 2012 le domande di contributo ammissibili sono già state tutte liquidate alle imprese per un importo complessivo di oltre 400mila euro.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE