Piacenza

Iren replica a Confconsumatori: “Bollette rifiuti regolari, ricorsi infondati”

19 novembre 2013

iren

“Bollette rifiuti, è tutto corretto”. Iren risponde così alla Confconsumatori, che ieri aveva invitato i piacentini a valutare possibili azioni per l’annullamento o il rimborso degli avvisi di pagamento inviati dalla società per conto del Comune. “Risultano incomprensibili e senza fondamento le argomentazioni di Confconsumatori circa la correttezza degli avvisi di pagamento Tares – scrive Iren – visto che sono riportati chiaramente i riferimenti dell’utenza (intestatario, ubicazione, numero occupanti, metratura ecc.), i dettagli dei calcoli effettuati per quanto di competenza del Comune e per quanto riscosso per conto dello Stato e l’entità del Tributo ambientale provinciale. E’ inoltre esplicitamente indicato che si tratta della seconda rata a conguaglio, ovvero dell’ultima rata così come definito dal Regolamento comunale. Data la completezza, sostanziale e formale, del documento inviato alle famiglie e imprese piacentine, l’invito rivolto da Confconsumatori a promuovere ricorsi, non solo appesantisce inutilmente l’attività delle commissioni tributarie ma, ancor più grave, rischia di esporre i contribuenti ad ulteriori e inutili spese”.

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE