Truffa da 300 euro col Postepay, condannato a sei mesi

22 novembre 2013

20131119-143249

Una persona è stata condannata a sei mesi e seicento euro di multa perché accusata di avere partecipato ad una truffa ai danni di una barista della Valtidone. La giovane ha ricevuto una telefonata in cui una persona sosteneva di essere il farmacista del paese e le chiedeva il favore di fare una ricarica di trecento euro alla Postepay di sua figlia. La donna è caduta nell’inganno e ha fatto quanto richiesto. Una telefonata alla farmacia le ha poi consentito di scoprire che il titolare non sapeva nulla della cosa e che i trecento euro erano ormai perduti. Dopo la denuncia i carabinieri hanno individuato due persone come gli autori della truffa. Uno dei due, risultato titolare della carta di credito postale, è stato condannato a sei mesi e 600 euro. il presunto complice, accusato di essere l’autore della telefonata, è stato invece assolto.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE