Piacenza

Cementirossi, Trespidi attacca Dosi: “Il Comune ha partecipato all’iter”

23 novembre 2013

20131119-233449

Durante il consiglio comunale di ieri, il sindaco di Piacenza Dosi, in merito alla vicenda Cementirossi, ha ipotizzato la convocazione di un consiglio comunale o una commissione alla presenza dei soggetti coinvolti. Non ha tardato ad arrivare il commento del presidente della Provincia Trespidi. “Ritengo la proposta di un Consiglio comunale o di una commissione per approfondire l’autorizzazione rilasciata a Cementirossi di incremento della quantità di combustibili alternativi oggetto di recupero per apporto di energia nel cementificio quantomeno fuori luogo e sorprendente”. Così il presidente della Provincia Massimo Trespidi, all’indomani delle dichiarazioni del sindaco di Piacenza Paolo Dosi in merito alla possibilità concessa alla ditta di incrementare da 33mila a 60mila tonnellate all’anno la quantità di combustibili alternativi. “Il Comune di Piacenza – continua Trespidi – ha condiviso, insieme agli altri soggetti, le valutazioni della Conferenza dei Servizi che all’unanimità ha dato parere positivo al provvedimento finale. Inoltre il Comune di Piacenza ha condiviso anche la definizione delle compensazioni ambientali. Il Comune è dunque stato pienamente partecipe di tutte le fasi dell’iter autorizzativo”.

 

Sul caso è intervenuto Tommaso Foti (FdI) con una nota: ”Se non e’ un furbesco gioco per sottrarsi alle proprie responsabilità, c’e’ da incominciare a preoccuparsi. Non e’ infatti possibile che, sulle pratiche piu’ delicate sotto il profilo ambientale, Dosi cada sempre dalle nuvole ” lo afferma Tommaso Foti, consigliere comunale di Fratelli d’Italia. ” Questa estate il Sindaco e’ andato a Borgotrebbia a dire ai cittadini che l’impianto del biogas era stato autorizzato senza che lui ne sapesse nulla. La storia – aggiunge il consigliere di Fratelli d’italia – si ripete oggi per quanto riguarda la Cementi Rossi. Peccato che gli uffici del Comune di cui Dosi e’ sindaco si sono espressi favorevolmente su entrambe le autorizzazioni ” ” Non vi e’ dubbio che delle due l’una: o in Comune tutti decidono alle spalle del Sindaco, e allora sarebbe doveroso che quest’ultimo incominciasse a dimostrare di esserlo, o – sostiene Foti – Dosi finge di essere la controfigura di Alice nel paese delle meraviglie per non pagare dazio “. ” Gli atti dimostrano che l’autorizzazione alla Cementi Rossi ha avuto il pieno assenso anche del Comune di Piacenza. Se Dosi veramente non ne sapeva nulla – conclude Foti – occorre che qualche suo scudiero gli spieghi che il Sindaco e’ lui e che a lui spetta, prima di ogni altro, interessarsi degli atti amministrativi che rilevano per il nostro territorio.”

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE