Nel borsone spuntano 13mila euro falsi. La Finanza arresta un senegalese

26 novembre 2013

Guardia di Finanza

La Guardia di Finanza ha arrestato un senegalese in procinto di lasciare la città con 13.000 euro falsi occultati in un borsone ed ulteriori 500 euro falsi rinvenuti nella propria abitazione. Il sequestro di banconote false è stato effettuato dalla Compagnia di Piacenza nel tardo pomeriggio di sabato, presso la stazione ferroviaria. I militari, impiegati in un ordinario servizio di contrasto al traffico di sostanze stupefacenti, hanno sottoposto a controllo un cittadino senegalese, segnalato dall’ unità cinofila.

L’evidente nervosismo manifestato dall’extracomunitario e le contrastanti motivazioni poste a giustificazione del viaggio, hanno portato i finanzieri ad approfondire i controlli sul bagaglio dove sono stati rinvenuti stupefacenti ed un ingente quantitativo di banconote di vario taglio risultate false.

I controlli estesi all’abitazione del senegalese hanno permesso di individuare ulteriori banconote false per un valore complessivo di 500 euro. La falsificazione è risultata di fattura particolarmente pregevole, in quanto realizzata con una notevole attenzione nel riprodurre le caratteristiche di sicurezza esistenti sulle banconote autentiche in modo tale da ingannare facilmente i consumatori. L’ingente partita di banconote contraffatte è stata immediatamente sottoposta a sequestro ed il senegalese è stato condotto alle Novate.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE