Rapine a Piacenza e Gropparello, tre condanne del gip

26 novembre 2013

tribunale

Tre condanne agli imputati accusati di avere messo a segno due rapine in banca a Piacenza e Gropparello tra l’aprile e in maggio di quest’anno. Un 39enne, di Lecco, doveva rispondere sia della razzia compiuta il 26 aprile del 2013 nella filiale della Banca di Piacenza a Gropparello, sia di quella messa a segno il 17 maggio di quest’anno negli uffici della Cariparma in via Fioruzzi (che aveva fruttato ai banditi 144 mila euro). Il giudice Gianandrea Bussi lo ha ritenuto responsabile di entrambi i colpi e lo ha condannato a cinque anni di reclusione. Il gip ha invece ritenuto che un 42enne originario di originario di Catania, ma residente a Gropparello, abbia partecipato solo alla rapina messa a segno in città e lo ha condannato a quattro anni e cinque mesi per quest’ultima. E’ stato invece assolto per il colpo a Gropparello (bottino di 180mila euro). Quattro anni invece a un 42enne, di Lecco, accusato di avere preso parte alla rapina di Gropparello. Tutti e tre sono stati giudicati con il rito abbreviato, I loro difensori ne avevano invece chiesto l’assoluzione.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE