Soccorritori a lezione per evitare di compromettere la scena di un crimine

7 dicembre 2013

foto 1

Spesso sono i primi ad arrivare su una scena del crimine e in molti casi il loro comportamento può determinare la buona riuscita delle indagini delle forze dell’ordine. Per questo oltre un centinaio di medici, infermieri e operatori del soccorso ha partecipato questa mattina al corso di formazione organizzato da Emergency Room e destinato proprio a dare alcune indicazioni semplici ma fondamentali per evitare di contaminare il luogo dove è appena stato commesso un reato. “Il comportamento dei soccorritori non è semplice – ha spiegato la criminologa Cristina Brondoni – perchè si devono muovere su un doppio binario: la precedenza va ovviamente alle persone ferite, che devono essere assistite nel migliore dei modi, visto che spesso si trovano anche in pericolo di vita. Parallelamente ci sarebbe da evitare di compromettere il lavoro degli inquirenti, alterando la scena del crimine, magari rimuovendo alcuni elementi determinanti per le indagini. Credo che in tal senso il futuro possa essere rappresentato da telecamere e macchine fotografiche con cui in pochi attimi si possa immortalare il quadro che si presenta all’arrivo, per poi operare in maggiore libertà”.

foto 2

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE