Arma dei Carabinieri, nel calendario 2014 duecento anni di gesti eroici e quotidiani

13 dicembre 2013

Calendario bicentenario Carabinieri (1)

Il Col. Filippo Fruttini del Comando Provinciale Carabinieri di Piacenza ha presentato questa mattina il Calendario Storico dell’Arma dei Carabinieri e l’Agenda Storica 2014, anno in cui l’Arma dei Carabinieri compie il suo secondo secolo di vita.

Il notevole interesse verso il Calendario Storico dell’Arma, quest’anno giunto a una tiratura di 1.300.000 copie, di cui 8.000 in lingue straniere (inglese, francese, spagnolo e tedesco), è indice sia dell’affetto e della vicinanza che ciascun cittadino nutre nei confronti della Benemerita a cui è legata da uno speciale vincolo, sia dei sentimenti di coesione e unità esistenti tra i Carabinieri attraverso il richiamo a intramontabili valori e semplici eroici gesti quotidiani.

Nato nel 1928, dopo l’interruzione post-bellica dal 1945 al 1949, la pubblicazione del Calendario, giunta alla sua 81^ edizione, venne ripresa regolarmente nel 1950 e da allora è stata puntuale interprete, con le sue tavole, delle vicende dell’Arma e, attraverso di essa, della Storia d’Italia.

Le artistiche tavole dell’edizione 2014 del Calendario Storico sintetizzano l’odierna attività dell’Arma, rievocano significativi eventi degli ultimi dieci lustri nei quali i Carabinieri sono stati presenti e mettono in correlazione avvenimenti del passato con quelli più recenti per sancire l’importanza del “copioso patrimonio di valori umani ed etici che le generazioni precedenti ci hanno tramandato”. Dall’attività di soccorso nei casi di calamità naturali alla costituzione di Reparti specializzati nella tutela delle pubbliche manifestazioni e di interessi primari della collettività, dal contrasto al fenomeno dei sequestri di persona, dell’eversione, della mafia, alle missioni di pace nei Balcani, in Afghanistan e in Iraq, con la dolorosa memoria di Nassiriyah, dall’ingresso delle donne del 1999 al riordino dell’Arma nel 2000.

Il Calendario Storico 2014 si conclude con l’immagine di Papa Francesco a rappresentare i valori cui si ispira l’agire quotidiano dei Gesuiti. Quegli stessi valori racchiusi nel Regolamento Generale dell’Arma, redatto, secondo fonti storiche, con la partecipazione del padre gesuita Cristiano Chateaubriand.

Il Col. Fruttini ha concluso l’incontro ricordando la pubblicazione della nuova Agenda Storica che ha come soggetto le armi che hanno fatto parte dell’equipaggiamento dei Carabinieri nei duecento anni della loro storia, dal 13 luglio1814, quando il Re Vittorio Emanuele I adottò le Regie Patenti istitutive del Corpo dei Carabinieri Reali, ai giorni nostri. Dalla Carabina ad acciarino del 1814 alle sofisticate dotazioni dell’era avveniristica che viviamo, le armi hanno anch’esse segnato ogni momento della nascita e dello sviluppo del nostro Stato unitario. L’Agenda Storica riporta anche i principali eventi della Storia dell’Arma e, mese per mese, alcuni brani tratti dalle cronache di oltre un secolo fa.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Foto Gallery