Piacenza

Case: 6mila controlli, il 10% irregolari. Si bara per l’Imu

19 dicembre 2013

polizia munciiaple
Nel 2013 gli agenti della polizia municipale hanno verificato 6.451 residenze cittadine, il 10% irregolari e spesso non si tratta solo di sviste da parte dei cittadini, ma di tentativi di sfuggire alle tasse o di garantirsi agevolazioni particolari, ad esempio una casa popolare.
I controlli scattano nel momento in cui la persona chiede il cambio ufficiale di residenza all’anagrafe e gli agenti, recandosi direttamente nella nuova casa, accertano che la persona dimori effettivamente in quel luogo: “I passaggi sono più di uno, prima che scatti un vero e proprio diniego – ha spiegato ai microfoni di Telelibertà, l’ispettore capo Marco Cassinelli -; alcuni sono in buona fede, ma ci sono stati numerosi casi, ad esempio coppie separate, che attraverso una falsa residenza tentano di schivare l’imu o famiglie che dichiarano di vivere in 9 in un appartamento pur abitandoci in tre, per scalare la graduatoria delle case popolari”. Un’irregolarità che può trasformarsi in una denuncia per atto falso nei confronti della pubblica amministrazione.
Nel 2014 quest’attività sarà svolta da un vero e proprio nucleo accertatore di nuova costruzione, dove saranno impiegati 6 agenti; diverse le novità in programma nella ristrutturazione del corpo di polizia municipale di Piacenza.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza