“Acqua e rifiuti, società pubblico-privata operativa nel giugno 2015”

20 dicembre 2013

consiglio provinciale

All’ordine del giorno, l’approvazione del protocollo d’intesa con i Comuni per l’elaborazione di un progetto di fattibilità per la costituzione di una società mista ai fini dello svolgimento dei servizi idrici e di gestione dei rifiuti. Nel protocollo, che dovrà essere approvato entro il 30 dicembre da tutti i consigli comunali, è previsto che la Provincia completi le procedure di gara e, entro il 30 settembre 2014, pubblichi il bando di gara per la scelta del socio privato. L’obiettivo è affidare a questa società mista il servizio sul nostro territorio entro il giugno 2015.

Dura la presa di posizione del presidente Massimo Trespidi nei confronti dell’aumento del 22 per cento sui canoni estrattivi: “La Regione entro lunedì ci ripensi, è assurdo” ha detto. A chi ostacola le slot machine lo Stato rischia di tagliare fondi e finanziamenti. Una doccia fredda per il tavolo attivato le scorse settimane con la regia della Provincia per contrastare i crescenti casi di ludopatia: molte sono state le prese di posizione dei consiglieri provinciali riuniti in consiglio oggi pomeriggio (Antonino Quaratino di Nuovo Ulivo, Marco Bergonzi del Pd e Luigi Gazzola dell’Idv), che hanno chiesto tutele per i Comuni, invitando la Provincia a non arretrare di un passo sulle intenzioni di contrasto al fenomeno diffuso a macchia d’olio nel Piacentino.

Il consigliere provinciale Giampaolo Speroni del gruppo misto di minoranza è entrato nel gruppo del Partito democratico.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE