Protesta dei cittadini sulla mini-Imu: “Dobbiamo solo pagare e stare zitti”

16 Gennaio 2014

imu

Da giorni si registrano lunghe code ai Caf di città e provincia, i centri di assistenza fiscale a cui i cittadini si sono rivolti per calcolare l’ammontare della mini-Imu, l’imposta residuale che i proprietari di case sono costretti a versare entro il 24 gennaio. “I cittadini sono molto confusi – ha spiegato Roberto Montanari della Uil di Piacenza – e chiedono soprattutto perché devono pagarla. In tre giorni abbiamo avuto 1.200 persone che si sono rivolte al nostro ufficio di via Scalabrini”.
“Ci vorrebbe più informazione – aggiunge una signora che sta aspettando in una sala di attesa piena di gente – in questa girandola di novità dell’ultimo minuto non sappiamo più che cosa fare”. Un altro cittadino si lamenta, e aggiunge: “Dobbiamo solo pagare e stare zitti, non è giusto”.

imu2

© Copyright 2021 Editoriale Libertà