Custode di immobili svaligia la villa di un nobile in Valnure: denunciato

16 Gennaio 2014

Carabinieri

Un piacentino di 33 anni sfruttava il suo lavoro di custode di immobili per impossessarsi di monili e oggetti preziosi, poi rivenduti a un compro oro della Valnure. Lo ha denunciato il padrone di casa, un nobile romano 65enne. Il fatto è avvenuto in provincia, dove il giovane fungeva da custode: avendo la disponibilità delle chiavi della villa, si impossessava di oro e argenteria poco alla volta. Il piacentino è stato denunciato per ricettazione, complessivamente avrebbe portato via monili in oro e argenteria per 8mila euro.

Una donna albanese è invece incappata in un controllo dei carabinieri ed è finita nei guai: fermata con 3 connazionali a bordo auto alle 2.30, aveva nel vano port oggetti due coltelli e grosso cacciavite. Per questo è stata denunciata per porto abusivo di oggetti da offesa.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà