Maltempo, frana tra Marsaglia e Ottone. A rischio la strada di Bobbio

18 Gennaio 2014

Piazza

Risale a martedi di questa settimana l’allarme lanciato dal presidente della comunità Montana dell’Appennino piacentino Massimo Castelli a Libertà.it e Telelibertà per le condizioni della frana sulla statale 45 a pochi metri dal bivio per Cerignale. La montagna aveva già ceduto abbattendo due piloni della rete paramassi. “La situazione era pericolosa, lo avevamo già segnalato ad Anas – ammonisce Castelli – è andata bene che nella notte quando i detriti sono precipitati in strada non passava nessuno, non avremmo potuto parlare di fatalità. Intervenire subito significava anche risparmiare denaro pubblico”. Anche il sindaco di Ottone Giovanni Piazza questa mattina ha effettuato un sopralluogo. Al momento la strada risulta aperta ma sarà necessario regolare la viabilità con un senso unico alternato. “Sono preoccupato – ha dichiarato Piazza – anche per il tratto che va da Ottone verso il confine con la Liguria dove è presente una pesante frana che potrebbe anche in quel caso, interrompere la viabilità sul tratto di statale 45 che porta in direzione Genova”.

Disagi alla circolazione anche all’ingresso di Bobbio dove è stato istituito il senso unico alternato a causa di problemi provocati dal fiume Trebbia che ha eroso, in parte, il basamento della strada. “Il danno sembra essere importante – ha dichiarato il vicesindaco Michele Frassinelli – questo problema si era già presentato in passato, se va avanti così rischiamo di perdere la strada. Anas sta intervenendo per la messa in sicurezza del tratto. Nel pomeriggio allarme anche in località Valle Caborelli nei pressi di Santa Maria di Bobbio dove la strada è sprofondata di mezzo metro, al momento nessun residente sarebbe rimasto isolato. C’è grande preoccupazione per la portata dei torrenti notevolmente aumentata. Per domani sono attese altre piogge.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà