“C’è una sagra a Piacenza”: ambulanti pagano 250 euro, ma è una truffa

24 Gennaio 2014

mercato

Erano giunti nella nostra città carichi di entusiasmo e convinti di fare ottimi affari, purtroppo per loro sono dovuti tornare a casa arrabbiati per la truffa subita. “Arrivavano rispettivamente dal Tirolo e da Padova – spiega la polizia municipale – i due ambulanti che si sono presentati questa mattina a Piacenza per partecipare a una presunta manifestazione segnalata nei giorni scorsi su un sito web dedicato alle sagre paesane, pubblicizzata come se fosse in calendario dal 24 al 26 gennaio, dalle 10 alle 19, in piazza Cavalli. A entrambi era stato richiesto, dai sedicenti promotori dell’iniziativa, un contributo di 250 euro per l’occupazione dello spazio, il servizio di vigilanza e l’impianto di illuminazione, con la promessa di ulteriori sconti e di un ampliamento dell’area occupabile. Purtroppo, solo all’arrivo nella nostra città si sono resi conto che la kermesse in realtà non esisteva. Trattandosi di un reato consumato in rete, la truffa dovrà essere denunciata alla polizia postale”.

Dal Comando della polizia municipale viene quindi rivolto a tutti gli ambulanti il consiglio di verificare sempre gli annunci relativi a sagre o mercati, prima di pagare l’adesione, telefonando agli uffici del Commercio del Comune indicato come sede dell’iniziativa, dal momento che ogni sagra dev’essere debitamente autorizzata.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà