Green economy baluardo contro la crisi in Regione, ma non a Piacenza

24 Gennaio 2014

imprese artigiane

Imprese rosa (-1%), imprese di immigrati (+1%) e soprattutto aziende della green economy (+8,5%), sono questi i tre baluardi dell’economia regionale che nell’ultimo anno stanno consentendo all’Emilia Romagna di resistere meglio alla crisi, mentre il vero anello debole risulta la fragilità dell’imprenditoria giovanile, che tra il 2012 e 2013 ha fatto registrare un pesante -8%.

Dati che non trovano conferma a Piacenza, dove l’imprenditoria giovanile ha subito un calo dell’11%; quella femminile è scesa dell’1%, mentre  quella straniera è scesa del 4%.

E’ quanto emerge dal “Focus regionale sul mercato del lavoro e andamenti economici” presentato questa mattina a Bologna dalla Cisl Emilia Romagna durante il Consiglio generale del sindacato.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà