Castelsangiovanni, parte il piano contro i vandali: 30.000 euro di danni nel 2013

29 Gennaio 2014

vandalicsg 1

Ammontano a 30.000 euro i danni provocati dai vandali nel 2013 a Castelsangiovanni. La stima della somma arriva dal Comune e non include quanto subito dai privati cittadini, che non vengono risparmiati dalle fastidiose scorribande. L’ultima bravata risale a Capodanno: a farne le spese le fioriere e una rastrelliera per le bici distrutte da ignoti in pieno centro. Molte anche le cassette delle poste che durante la notte di San Silvestro sono letteralmente “esplose” a suon di petardi. Già nei mesi scorsi le telecamere di Telelibertà avevano documentato le conseguenze dei numerosi raid notturni ai danni dei parchi giochi. L’amministrazione ne ha voluto inserire uno in ciascun quartiere, tenendoli inizialmente aperti, ma dopo i primi tempi è stato necessario chiuderli. In via Cilea i vandali hanno distrutto le recinzioni, mentre il campo della zona di via La Marmora, nonostante un cartello inviti a una maggiore civiltà, è una miniera di rifiuti.
Il sindaco Carlo Capelli ha invitato la cittadinanza a contattare immediatamente le forze dell’ordine in questi casi: “Dobbiamo adottare un welfare di comunità per riuscire a intervenire sui responsabili” ha affermato il primo cittadino, che ha anche annunciato l’intenzione di installare nuove telecamere e di avviare un progetto per potenziare la collaborazione interforze, in modo da contrastare i furti.

Capelli ha anche rimarcato le iniziative fatte per i giovani come l’allestimento di mostre e la casa della musica inaugurata prima di Natale dove i gruppi della zona possono fare le prove.
Al fianco del sindaco, il comandante della polizia municipale di Castelsangiovanni Marco Andolfi: nel 2013 sono state 6.000 le persone controllate e 4.000 i veicoli.
Vicino al termine del suo secondo mandato, Capelli a maggio lascerà la poltrona di primo cittadino. La campagna elettorale sta già cominciando a prendere forma: il primo candidato uscito allo scoperto, sostenuto dallo stesso sindaco, è Alberto Leggi per la lista civica “Civiltà Castellana” su cui il centrodestra non si è ancora pronunciato mentre sul fronte opposto si starebbe coagulando un gruppo intorno ad Aldo Bersani che, in caso di candidatura, potrebbe venire appoggiato dal Pd. Una parziale conferma arriva dal segretario del Partito Democratico Gianluigi Molinari: “È una figura di grande spessore, fa parte di una rosa di nomi uscita nei giorni scorsi, stiamo lavorando in collaborazione con le civiche”.

vandali3

© Copyright 2021 Editoriale Libertà