Videonoleggio in crisi, in 4 anni negozi dimezzati nel Piacentino

29 Gennaio 2014

Video noleggio

Nel 2009 alla voce “Noleggio di videocassette e dischi” alla Camera di Commercio risultavano iscritte 18 aziende tra città e provincia di Piacenza. Nel 2010 sono diventate 15, l’anno successivo 10 e lo scorso anno, al 31 dicembre erano 7. Nell’arco di 4 anni il numero è più che dimezzato. Un trend decisamente negativo legato in gran parte alla possibilità di scaricare da internet, sia in modo legale che non, musica e film. Lo streaming e le tv a pagamento hanno influito negativamente sugli affari dei negozi di videonoleggio. “Oggi si lavora un terzo rispetto a 7/8 anni fa – ci riferisce un gestore – la crisi si fa sentire ma di recente molte persone hanno disdetto gli abbonamenti alle pay-tv a causa della crisi e sono tornati a noleggiare i film”. Il settore aveva vissuto un boom all’inizio del 2000 quando in molti avevano aperto anche piccoli negozi o semplici distributori che negli anni successivi hanno chiuso i battenti, stessa sorte è toccata a grandi catene internazionali. Resistono quelli che nell’offerta presentano pellicole che difficilmente si trovano su internet o in distribuzione.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà