Dopo il venerdì nero, prosegue la raffica di furti in appartamento

02 Febbraio 2014

20140202-124414.jpg

L’ondata di furti in abitazione, dopo il “venerdì nero” che ha fatto segnare oltre dieci casi, prosegue: la polizia sta infatti indagando su due nuovi episodi avvenuti nella serata di sabato.
Nel mirino dei soliti ignoti, un appartamento di via Modonesi: la padrona di casa, intorno alle 18, ha fatto rientro a casa ma, non riuscendo in alcun modo ad aprire la porta di accesso, è stata costretta a chiamare i vigili del fuoco. All’interno l’amara sorpresa: i ladri, per tardare l’ingresso della proprietaria, hanno bloccato l’accesso con un divano, prima di scomparire dalla finestra della stanza da bagno. Nel bottino dei malviventi, due personal computer ed un tablet.

È stato invece un vicino di casa a sollecitare l’intervento di una volante in via XXIV Maggio quando, accortosi che le tapparelle dell’appartamento adiacente al suo, solitamente abbassate a causa della perdurante assenza della proprietaria, erano insolitamente alzate. All’arrivo degli agenti, il consueto “spettacolo”: casa completamente a soqquadro ma, fortunatamente, non sono stati riscontrati ammanchi.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà