Certificati falsi: medico piacentino condannato a un anno e sei mesi

03 Febbraio 2014

20140203-144932.jpg

E’ stato condannato a un anno e sei mesi, con sospensione condizionale, il professionista piacentino accusato di aver rilasciato certificati medici falsi ad una guardia penitenziaria.

I fatti risalgono al 2012 ed erano emersi nell’ambito di un’inchiesta della Procura di Piacenza, legata allo sfruttamento della prostituzione, reato contestato all’agente penitenziario e alla sua convivente.

Secondo l’accusa il medico forniva falsi certificati che sarebbero serviti alla guardia penitenziaria per assentarsi dal lavoro, al fine di fissare appuntamenti a luci rosse e scortare lucciole e clienti agli incontri.

La sentenza è stata emessa questa mattina dal giudice Elena Stoppini; il legale dell’imputato, Franco Livera, ha annunciato il ricorso in appello.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà