Rifiuti da fuori provincia per l’inceneritore, no del Movimento 5 Stelle

03 Febbraio 2014

L'inceneritore di Piacenza

I consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle si mobilitano contro la richiesta di Tecnoborgo finalizzata all’eliminazione dell’attuale limite della provenienza dal territorio provinciale dei rifiuti speciali assimilabili agli urbani, per poter così meglio alimentare il teleriscaldamento cittadino.
Mirta Quagliaroli, Barbara Tarquini e Andrea Gabbiani hanno annunciato di aver presentato in Provincia le osservazioni previste a norma di legge alla procedura di Via presentata dalla società che gestisce l’inceneritore.
“Tale autorizzazione – hanno spiegato – esporrebbe la nostra provincia al rischio di diventare un polo nazionale per l’incenerimento dei rifiuti, esponendo a gravi rischi la salute dei cittadini. Esprimiamo pertanto pareri fortemente critici nei confronti di questa richiesta e chiediamo di dare parere negativo a tale proposta”.

LA PRESA DI POSIZIONE DEL MOVIMENTO 5 STELLE

Consiglieri del Movimento 5 stelle

© Copyright 2021 Editoriale Libertà