Telefonate anonime a Dosi, sorveglianza speciale per casa sua

05 Febbraio 2014

Paolo Dosi sindaco

Telefonate anonime e un’auto sospetta con tre persone a bordo notata più volte davanti a casa. Una situazione che il sindaco Paolo Dosi ha segnalato alla questura nel novembre scorso e che ha portato il questore Calogero Germanà a istituire un “servizio d’ordine e vigilanza, con frequenti passaggi, a intervalli regolari, presso l’abitazione della famiglia Dosi” da parte di polizia e carabinieri. Non è stata ravvisata alcuna “specifica minaccia personale” nei confronti del sindaco, ma è stato disposto “un rafforzamento dell’attività di vigilanza nell’area di via Farnesiana”. Da tre mesi la casa del primo cittadino è dunque “sorvegliata speciale”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà