Piacenza

Guardia di Finanza: 50 denunce per reati fiscali nel 2013

7 febbraio 2014

Guardia di Finanza (3)

Ammonta a circa 55 milioni di euro l’Iva evasa e sono 50 le persone denunciate per reati fiscali. I numeri sono stati forniti questa mattina dalla Guardia di Finanza di Piacenza, che ha tracciato il bilancio del 2013. Le fiamme gialle hanno scoperto 774 lavoratori irregolari, dei quali 35 dipendenti “in nero”. La base imponibile netta da recuperare a tassazione è di 102 milioni; 42 gli evasori individuati nel contrasto all’economia sommersa. Le attività ispettive sono state 213, ma ci sono dati significativi anche nella lotta alla contraffazione (oltre 29mila incisioni sequestrate) e nel contrasto allo scorretto rilascio degli scontrini (661 mancate emissioni da parte degli esercenti su 2.146, ovvero il 30%).

Tra le operazioni del 2013 rimarcate durante l’incontro con la stampa c’è la scoperta di una carrozzeria abusiva a Castelsangiovanni, ma anche di attività più piccole “individuate con un controllo costante del territorio”.

Infine balza all’occhio il dato sulle esenzioni del pagamento del ticket sanitario: su 26 controlli sono state riscontrate 25 dichiarazioni irregolari, con conseguente denuncia per falso ideologico e truffa ai danni dello Stato. Constatate inoltre indebite percezioni di fondi dell’Unione Europea per 35mila euro e di finanziamenti pubblici a carico del bilancio nazionale e locale per oltre 1 milione e 350 mila euro.

GdF – RISULTATI ANNO 2013

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza Provincia Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE