Svaligiarono il centro disabili per pagarsi le slot machines: terzo arresto

08 Febbraio 2014

Il capitano Rocco Papaleo

Il capitano Rocco Papaleo

I carabinieri della Compagnia di Vigevano guidati dal capitano Rocco Papaleo, al termine di articolate indagini, hanno arrestato tre pregiudicati responsabili di alcune rapine e furti ai danni di persone ed esercizi commerciali, commesse nel periodo marzo/maggio 2013 nelle province di Pavia, Milano e Piacenza. In particolare, i tre componenti della banda, manovali edili nella vita quotidiana, colpivano scegliendo gli obiettivi nei luoghi o vicino ai luoghi ove avevano lavorato in alcuni cantieri. I bottini erano dagli stessi destinati per pagarsi la passione del gioco alle slot machines.

Nella nostra provincia due degli arrestati, simulando un’effrazione (in quanto in realtà si erano muniti per tempo di copia della chiave di accesso), avevano colpito in una struttura per recupero disabili “Centro Riabilitazione Diurno Faro Rosso”  di Strada Valnure, dove avevano precedentemente prestato propria opera per alcuni lavori edili, portando via due condizionatori e un televisore al plasma 32 pollici. Il valore della refurtiva ammontava a 5.000 euro. I due furono arrestati e successivamente condannati, adesso è finito in carcere anche il terzo componente della banda.

Gli accertamenti svolti dai militari della Compagnia di Vigevano hanno dimostrato come i soggetti commettessero rapine per recuperare il denaro da utilizzare al gioco delle slot machines. Nel corso dei servizi i due sono stati frequentare assiduamente sale giochi di Vigevano (PV), Abbiategrasso (MI), Corsico (MI) e Piacenza.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà