Rissa tra donne per un uomo in via Colombo: tutte condannate

08 Febbraio 2014

20140208-024942.jpg

Due donne moldave e un’italiana che si picchiano con calci e pugni per motivi di gelosia, legati ad un uomo di nazionalità marocchina che, dopo essere intervenuto nella rissa, è però costretto a scappare, ma quando è raggiunto dalle forze dell’ordine reagisce nei confronti degli agenti di polizia. Tutti e quattro gli imputati sono stati condannati per l’episodio avvenuto il 24 luglio 2010.

All’arrivo della polizia, le tre donne sono state identificate e denunciate per rissa, l’uomo ha fatto resistenza agli agenti e oltre a finire nei guai per rissa è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale. Ieri la vicenda è arrivata in Tribunale davanti al giudice Italo Ghitti, pubblico ministero era Arturo Jacovacci. Come è stato ricostruito in aula, in un locale della zona di via Colombo, è scattata una lite tra due moldave ed un’italiana. Per cercare di calmare gli animi è intervenuto un uomo di nazionalità marocchina: Ahmed Zaamoumi, ma non essendo riuscito nell’intento, si è allontanato. Altre persone presenti nel bar hanno dato l’allarme alla polizia e sul posto sono arrivate pattuglie della volante. Le donne sono state identificate, ma il marocchino non si trovava. Quando gli agenti sono riusciti ad individuarlo poco distante, l’uomo avrebbe fatto resistenza.

Le due moldave sono state condannate a tre mesi, l’italiana a quattro. Il marocchino, è stato assolto per la rissa, ma condannato a sette mesi per resistenza a pubblico ufficiale.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà