Acer, il neopresidente Savi: “Non sono espressione di un partito politico”

10 Febbraio 2014

Acer Massimo Savi

“Non sono espressione diretta di un partito politico” così si è presentato alla stampa Massimo Savi, neo presidente di Acer, che ha voluto subito rispondere alle polemiche seguite alla sua elezione e precisa: “Non è assolutamente una presa di distanze dalla politica ma è un modo per sottolineare un segno di discontinuità con il passato. Non arrivo dal mondo del libero professionismo ma da quello aziendale e porterò la mia esperienza a servizio dell’Acer”. Savi ha voluto sottolineare che l’obiettivo principale del mandato sarà fare in modo che gli inquilini delle case popolari si sentano parte di un progetto più ampio con un cambio di cultura.
Paola Pizzelli del cda: “Benvenuto al nuovo presidente che può contare su un’ottima squadra”.
Patrizio Losi vicepresidente di Acer, ha sottolineato la sensibilità mostrata dal presidente nei primi giorni di attività, “vogliamo che Acer diventi l’unico interlocutore del territorio per l’edilizia residenziale pubblica”. La società ha dichiarato di puntare sulla comunicazione anche attraverso un newsletter. Tra le prossime iniziative in programma un momento conviviale al Ciano.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà