“Quel lupo non è stato investito ma è stato ucciso da un proiettile”

10 Febbraio 2014

Lupi (1)

E’ stato un proiettile a provocare la morte del lupo trovato ieri nella zona di Gusano di Gropparello. A dimostrare la presenza del colpo di arma da fuoco sono le lastre effettuate dal medico veterinario Silvia Cappa.
L’animale è stato trovato ieri e la voce che si era sparsa era quella di un branco di lupi che stava attaccando un capriolo, in seguito sarebbe sopraggiunta un’auto che avrebbe travolto l’animale. La locale sezione di Federcaccia ha pertanto contattato la Provincia. Sul posto è stata inviata la guardia zoofila che ha rilevato diverse anomalie, tra le quali l’assenza del capriolo e del sangue; la testa dell’animale girata verso la strada e non verso una via di fuga. Le lastre non hanno rilevato alcun trauma da investimento. La presenza del lupo, specie protetta, è da sempre oggetto di animate discussioni. Federcaccia ha manifestato grande preoccupazione per la presenza del branco di lupi alle porte del paese. La guardia zoofila, Giovanni Peroni non ha dubbi, quanto accaduto è anche da attribuire a quella che definisce una “campagna quasi terroristica contro il lupo”.

lupo

© Copyright 2021 Editoriale Libertà