Trasporto pubblico, aumenti in vista. Per i bus extraurbani 10 centesimi in più

25 Febbraio 2014

Autobus

Il costo del trasporto pubblico locale, sostenuto soprattutto da anziani e studenti, ha un impatto che arriva fino al 5,41 per cento sul reddito familiare medio nei comuni di montagna. In città, invece, dove gli utenti godono ancora dell’abbonamento 10 mesi, allo stesso costo del 2011, il peso del tpl coinvolge ‘solo’ lo 0,77 per cento del reddito di ogni famiglia. E, intanto, dal primo aprile, per adeguare il sistema alle tariffe obiettivo richieste dalla Delibera regionale del 2010 allegata al Patto per la mobilità, i biglietti dell’extraurbano aumenteranno ancora di 10 centesimi. “Da luglio, rincari più pesanti, che siamo riusciti per ora ad evitare rimandandoli di qualche mese”, annuncia l’assessore provinciale ai trasporti Pier Paolo Gallini, rilanciando la necessità che i Comuni del Piacentino contribuiscano al tpl. “Mai convocati nelle decisioni, perché contribuire?”, ribatte il sindaco di Caorso, Fabio Callori.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà