Piacenza Alimentare verso Expo 2015 con 124 milioni di euro di esportazioni

27 febbraio 2014

20140227-081101.jpg

Consorzio Piacenza Alimentare è pronto per Expo 2015. I dati presentati ieri sera nella sala convegni di Confindustria, durante i lavori dell’assemblea dei soci del Consorzio Piacenza Alimentare, lo dimostrano.
Una realtà quella di Piacenza Alimentare il cui valore è stato presentato, dopo il saluto dello stesso presidente Sante Ludovico e di quello della Camera di Commercio, Giuseppe Parenti, dal direttore Daniele Ghezzi nella tradizionale relazione: “Con un fatturato di 1 miliardo e 200 milioni di euro, il consorzio vuole dire 30mila bottiglie di vino piacentino di qualità, 219mila forme di formaggio Dop, quasi 2 milioni di pezzi di salumeria a denominazione, poco meno di 1 milione 400mila tonnellate di pomodoro e più di 37 milioni di chilogrammi di farine prodotte e lavorate”.
Ghezzi ha presentato i dati dell’export che evidenziano un valore delle esportazioni per il 2013 di 124 milioni di euro (dati fermi a settembre), che rappresentano il 30% del fatturato delle aziende associate (una percentuale superiore alla media nazionale) con un trend in crescita rispetto allo scorso anno che si traduce in una lusinghiera crescita percentuale che sfiora il 26%.
Bene anche il dato relativo alla penetrazione nei mercati che vede il Consorzio Piacentino presente sia sui mercati europei tradizionali, che su quelli dell’est. Così come sono positive le performance del 2013 per quanto riguarda sia gli Stati Uniti che il Giappone.
«Certamente – ha chiarito il vicepresidente Giovanni Rebecchi – Expo 2015 con i suoi 21 milioni di visitatori attesi (di cui il 30% stranieri) costituisce un’occasione che non possiamo perdere e che ci vede già da tempo attivi a 360 gradi”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE