Gazzola: “All’ex caserma dei pompieri un polo della sicurezza”. Il “no” di Trespidi

01 Marzo 2014

foto

Creare un polo della sicurezza riunendo polizia municipale e provinciale all’ex caserma dei vigili del fuoco di viale Dante. La proposta arriva dal neo assessore comunale alle risorse umane e finanziarie Luigi Gazzola, tra i relatori al convegno del Sap “Verso il futuro per una polizia unica”. Il presidente del sindacato autonomo Gianni Tonelli ha puntato il dito contro lo spreco derivato dalla presenza di sette forze di polizia in Italia: “Giusta una pluralità – ha affermato – ma l’organizzazione del nostro Paese va rivista al più presto”. Tonelli ha anche tranquillizzato chi temeva per un’eventuale chiusura della scuola agenti di viale Malta: “Non rientra nel piano di razionalizzazione, ma bisognerebbe rivederla e metterla a servizio di tutte le forze che operano per la sicurezza”. A sostegno delle richieste del Sap si è detta l’onorevole del Pd Paola De Micheli, che ha anche espresso l’augurio di un buon lavoro al nuovo governo Renzi e all’ex sindaco Roberto Reggi, ieri nominato sottosegretario all’Istruzione.

IL COMMENTO DI TRESPIDI ALLA PROPOSTA DEL COMUNE – Interpellato sull’idea dell’assessore Gazzola, il presidente della Provincia Massimo Trespidi non ha nascosto la sua contrarietà: “Mi ricorda la proposta del vecchio palazzo uffici – ha commentato Trespidi – oggi con le moderne tecnologie è possibile coordinarsi a distanza. La polizia provinciale ha già una sua sede, se la polizia municipale ne ha bisogno, acquisti l’immobile di viale Dante che è di proprietà della Provincia e rientra nel piano di alienazioni. Noi –ha proseguito Trespidi – stiamo approfondendo un’ipotesi di utilizzo pubblico dell’immobile che preveda un grande parcheggio ad uso della comunità”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà