Progetto via Roma: un ambulatorio per chi non può pagare il ticket

04 Marzo 2014

20140304-183911.jpg

Un ambulatorio medico per chi vive situazioni disagiate e non può permettersi di pagare il ticket. E’ una delle novità che verranno introdotte dal progetto “Porta Galera 3.0” che la Giunta Dosi intende dedicare interamente alla zona di via Roma a Piacenza. Quattro i temi intorno ai quali ruoterà il pacchetto di iniziative. Si tratta di: cultura e coesione sociale, cura del quartiere, riqualificazione urbana – commerciale e sperimentazione. “Il Comune – ha spiegato l’assessore Stefano Cugini – ha già delle idee di intervento, ma le metterà sullo stesso piano delle proposte dei cittadini. Una volta sottoposto alla consulta e alla commissione comunale, il progetto si concretizzerà attraverso laboratori di quartiere che chiameranno in causa la cittadinanza”. A Palazzo Mercanti si pensa quindi a un percorso interamente partecipato che possa risollevare una delle zone più critiche della città. Per realizzare gli interventi il Comune cercherà risorse nei prossimi bandi regionali ed europei. I tempi di realizzazione saranno di un anno e mezzo ed è dunque prevista anche l’apertura di un ambulatorio medico grazie alla collaborazione con un’associazione di volontariato.
Sul tavolo della giunta Dosi oggi è finito anche il tema della scuola. L’assessore Giulia Piroli intende rispondere alla richiesta del premier Matteo Renzi, che ha invitato i sindaci a segnalare gli edifici scolastici bisognosi di interventi. L’impegno del Governo è di semplificare le procedure di gara e reperire le risorse necessarie. Per rispondere alla missiva c’è tempo fino al 15 marzo. Piroli ha annunciato che indicherà come priorità la ricostruzione del Vaiarini, destinato alla chiusura e la ristrutturazione dell’Alberoni.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà