Piccolo corteo di studenti contro “il caro trasporti e la scuola-azienda”

07 Marzo 2014

20140307-095805.jpg

Dopo le manifestazioni di protesta dello scorso autunno, un piccolo gruppo di studenti di Collettivo Spartaco e Network antagonista piacentino è tornato a far sentire la propria voce per “continuare la lotta contro il caro trasporti, contro la scuola che sta diventando sempre di più un’azienda anziché un laboratorio di sapere” ha spiegato Alessandro Ferrari che ha aggiunto: “Andiamo avanti anche per rivendicare spazi aggregativi autogestiti a Piacenza”. Le aspettative di partecipazione erano superiori e le forze dell’ordine erano schierate al Cheope, punto di partenza del corteo che doveva raggiungere i giardini Margherita. Il corteo si è limitato a raggiungere l’imbocco del Facsal. “Ci aspettavamo più partecipazione – ha concluso Ferrari – ma andremo avanti comunque”.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà