Violenza sessuale sulla figliastra: condannato a un anno e quattro mesi

11 Marzo 2014

abuso_minori-2

E’ stato condannato a un anno e quattro mesi, pena sospesa e al risarcimento di 7mila 500 euro per violenza sessuale nei confronti della figliastra, all’epoca dei fatti 14enne. La sentenza è stata emessa questa mattina dal tribunale di Piacenza nei confronti di un 40enne piacentino, coniuge della madre della ragazzina, avuta dal precedente marito.

L’episodio risale al 2012: la vittima aveva raccontato alla madre che una sera, mentre si trovava nel bagno di casa, il patrigno aveva tentato di baciarla e poi l’aveva molestata. La donna si era recata alla stazione dei carabinieri per denunciare l’accaduto.

Il Tribunale dei minori di Bologna successivamente aveva disposto l’allontanamento dell’uomo dall’abitazione dove viveva con la moglie, altri figli avuti da quest’ultima e la ragazza 14enne. Il patrigno ha sempre negato ogni coinvolgimento nella vicenda, dichiarando che non c’era stata alcuna molestia nei confronti della giovane.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà