Addio a Vito Neri, giornalista, Liberale ed ex assessore comunale di Piacenza

12 Marzo 2014

Vito Neri

Si è spento all’età di 84 anni Vito Neri, presidente dell’Associazione liberali piacentini ed ex assessore del Comune di Piacenza, con la delega alle Attività produttive nella giunta Guidotti, a cavallo tra gli anni Novanta e i Duemila. Giornalista (aveva lavorato anche per Libertà), nella sua lunga carriera professionale aveva poi assunto il ruolo di consulente aziendale in alcune importanti realtà nazionali. Per anni visse a Roma, una volta ritornato a Piacenza divenne consigliere speciale dell’allora presidente di Confindustria Giovanni Magnaschi, incrementando anche la sua attività politica nelle fila dei Liberali. Era un frequentatore del Circolo dell’Unione.

Negli ultimi mesi, nonostante qualche problema di salute, si stava dedicando alla stesura di un libro di memorie. Non sono ancora stati fissati i funerali.

“Perdiamo un amico dall’intelligenza vivissima e dalla straordinaria lucidità – commenta il consigliere provinciale Antonino Coppolino – per tanti di noi Liberali era come un fratello maggiore, ascoltato e apprezzato”. Gli fa eco il consigliere comunale Tommaso Foti, che condivise con Vito Neri l’esperienza nella giunta-Guidotti: “Era un amico, un uomo colto e appassionato, innamorato di Piacenza, fine scrittore e attento analista della società e della politica. Ho sempre apprezzato i suoi modo gentili e concilianti, grazie ai quali riusciva a raggiungere obiettivi che sembravano impossibili”.

“La scomparsa del giornalista Vito Neri mi rattrista e mi colpisce profondamente”. Così il presidente della Provincia Massimo Trespidi a seguito della notizia della scomparsa di Vito Neri. “Esprimo – ha continuato Trespidi – a nome della Giunta e del Consiglio provinciale il cordoglio dell’Amministrazione provinciale per la scomparsa di un uomo dalle riconosciute doti umane e professionali sia in ambito giornalistico sia in quello amministrativo e politico. Piacenza perde una figura di straordinaria cultura”.

Vito Neri in Comune

© Copyright 2021 Editoriale Libertà