Cassiera perseguitata sul luogo di lavoro, 29enne a processo per stalking

14 Marzo 2014

20140314-140229.jpg

Vittima di uno sconosciuto che aveva perso la testa per lei e per mesi l’ha perseguitata, facendosi puntualmente trovare fuori dal supermercato dove la 40enne lavorava: una situazione che ha fatto precipitare la donna nella depressione e ha portato il 29enne nell’aula del tribunale di Piacenza, dove questa mattina è iniziato il processo che lo vede imputato per atti persecutori.
I fatti risalgono agli anni 2010- 2011: la cassiera, dipendente di un market della città, aveva iniziato a subite le pressanti attenzioni del giovane, senza però contraccambiare il suo interesse. Nonostante ciò il ragazzo non ha desistito dall’obiettivo di conquistare la cassiera e ha continuato a circolare vicino al punto vendita, l’aspettava nel parcheggio o dove pensava avrebbe potuto incontrarla. Pedinamenti che hanno provocato nella 40enne uno stato d’ansia e paura, tale da sfociare nella decisione di sporgere denuncia ai carabinieri. L’atteggiamento morboso del giovane era stato notato anche da alcuni colleghi della donna, ascoltati come testimoni.
La prossima udienza si terrà il 23 maggio.

© Copyright 2023 Editoriale Libertà