Sicurezza stradale: mille studenti coinvolti. Nel 2012 boom di incidenti

24 Marzo 2014

incidente-a-Mottaziana-1

Mille studenti coinvolti in cinque giorni in un progetto che prevede formazione a scuola, informazione notturna, questionari e una nuova rete di social network denominata “Safety’s network”: il progetto si propone di contribuire nel lungo periodo a ridurre il numero dei morti e dei feriti sulle strade in linea con gli obiettivi Europa 2020 e con la Vision Zero del Libro Bianco Ue dei Trasporti 2050, aumentando la sicurezza stradale dei giovani e promuovendo l’acquisizione di stili di vita sana e responsabili.

“La sicurezza stradale è una materia di cui i ragazzi parlano poco e, quando ne parlano, ciò accade per lo più a scuola o quando accadono gravi incidenti che coinvolgono i giovani stessi – ha detto l’assessore provinciale Massimiliano Dosi -. È quindi indispensabile creare un sistema di rete che permetta di parlare di questo tema formando e informando i giovani, attraverso i social network, la scuola e i locali notturni”. Coinvolte, da oggi fino a sabato, gli istituti “Gioia”, “Respighi”, “Romagnosi”, “Tramello”, “Casali”, “Raineri”, “Cassinari”, “Marconi”, “Volta”.

Testimonial d’eccezione dell’iniziativa, promossa dalla Provincia di Piacenza e dalla Fondazione di Piacenza e Vigevano con la collaborazione del liceo Respighi e di Avisl (Associazione vittime di incidenti stradali sul lavoro e della malasanità), la squadra di pallavolo maschile Copra Elior, il team Rebecchi Nordmeccanica, il Bakery Basket, lo schermidore Alessandro Bossalini, il motonauta Alex Carella, il Comitato italiano paralimpico e il cantautore Daniele Ronda.

Nel 2012, si sono verificati 1.354 incidenti stradali in città e provincia, 85 in più rispetto all’anno precedente: 31 le vittime della strada, 1.845 i feriti trasportati negli ospedali.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà