Memoria, legalità e diritti i temi al centro del progetto “Concittadini”

25 Marzo 2014

Concittadini

Primo confronto questa mattina tra soggetti e studenti delle scuole che aderiscono al progetto “Concittadini”, promosso dalla Provincia in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna. La maxi-assemblea è servita a fare il punto sul lavoro fino ad oggi svolto in vista dell’appuntamento del prossimo 20 maggio, quando ragazzi e insegnanti presenteranno di fronte agli amministratori provinciali e comunali i progetti prodotti.

Tre i temi affrontati dai ragazzi: memoria, diritti e legalità. Gli stessi argomenti, lo si ricorda, hanno visto protagonisti gli studenti nelle tre giornate di formazione promosse da inizio anno in Provincia con Francesco Maria Feltri, insegnante di scuola superiore e collaboratore scientifico del Museo Monumento del Deportato Politico e Razziale sul tema della Memoria; con Daniele Borghi – responsabile Regionale Associazione Libera nomi e numeri contro le Mafie – e il capitano Luca Ferrari Comandante della Compagnia di Piacenza della Guardia di finanza sul tema della situazione mafiosa in Emilia-Romagna e della legalità economica e finanziaria e, infine, con Alberto Emiletti – Ufficio “Educazione ai Diritti Umani della Sezione Italiana di Amnesty Intemational e Paolo Lazzarini – Referente all’Educazione ai Diritti Umani dell’Emilia Romagna sul tema dei Diritti umani e dei Diritti delle donne.

Il progetto prevede inoltre in aprile la visita per ottanta studenti coinvolti nel progetto all’Assemblea legislativa di Bologna e alla Fondazione Fossoli (museo del deportato politico e razziale e ex campo).

Gli obiettivi del progetto sono molteplici:  promuovere la cittadinanza attiva e la partecipazione diretta dei giovani alla vita civile della loro comunità; promuovere il rispetto reciproco, la solidarietà, l’ascolto e la tolleranza tra i giovani al fine di rafforzare la coesione sociale; favorire l’incontro tra il mondo dei giovani, quello degli adulti e quello delle realtà istituzionali e contribuire a migliorare la qualità degli interventi formativi e pedagogici a favore dei giovani.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà