Rizzuto: “Internet ci rende più liberi, ma è una risorsa da regolamentare”

25 Marzo 2014

20140325-193004.jpg
“La tecnologia ci porterà sempre più lontano, dobbiamo imparare a usarla correttamente e vigilare sui nostri ragazzi affinché crescano bene insieme ad essa. Come ha detto Papa Francesco, internet è un dono di Dio, a patto che non venga usata male, e nei prossimi anni ci consentirà di vivere sempre più da protagonisti”. La personale tesi sul web, l’informazione e i mezzi tecnologici a disposizione ai giorni nostri arriva da Gaetano Rizzuto, direttore del quotidiano Libertà, ed è una pronta risposta alle domande poste dall’incontro “Dove ci sta portando la tecnologia? Siamo davvero più informati e più liberi?”, organizzato oggi pomeriggio alla Galleria Ricci Oddi dal Comitato di Piacenza della Società culturale Dante Alighieri. Partendo da un’analisi storica dell’evoluzione della tecnologia, Rizzuto ne ha elencato pregi e difetti, sostenendo infine che “È fondamentale, una risorsa per tutti, ma bisogna correggerne gli elementi negativi, che insidiano ormai la nostra vita quotidiana e soprattutto quella dei nostri giovani, come il cyberbullismo o il gioco d’azzardo online”. Un rimedio efficace sarebbe la creazione di una costituzione mondiale di Internet, proposta già da Rodotà, allo scopo di proteggere chi è connesso”.
Domani sul quotidiano tutti i dettagli.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà