“Non violentò la barista”: giovane viene assolto dalle accuse

02 Aprile 2014

tribunale

«In quel bar non c’è stata nessuna molestia nei confronti della ragazza». E il processo a un giovane accusato di violenza sessuale alla barista di un locale del Piacentino si è concluso con l’assoluzione. Il giudice per l’udienza preliminare Gianandrea Bussi ha assolto l’imputato con la formula più ampia: «il fatto non sussiste», e respinto la richiesta di risarcimento di 50mila euro avanzata dalla parte civile. La vicenda risale allo scorso anno ed è accaduta in un bar a tarda sera in prossimità dell’orario di chiusura. Nel locale, secondo la ricostruzione dei fatti, erano rimaste tre persone: una giovane barista e due clienti. Ad un certo punto era scattata una serie di avance da parte di uno dei giovani a cui la ragazza non si sarebbe inizialmente opposta, poi aveva detto basta, ma i palpeggiamenti sarebbero proseguiti. Era scattata la denuncia per l’uomo, difeso dagli avvocati Maria Cristina Bagnalasta e Paolo Veneziani, che ha sempre negato l’accusa. Il gup gli ha creduto e lo ha assolto.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà