Truffa all’Unione Europea: imprenditore condannato, commercialista assolto

03 Aprile 2014

20140402-214940.jpg

Maxi-truffa all’Unione Europea, una condanna e due assoluzioni. Due anni e quattro mesi a un imprenditore piacentino; assolta per prescrizione sua moglie. Ed è stato assolto anche il commercialista Luigi Camminati. Gli imputati dovevano rispondere dell’accusa di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, L’imprenditore anche di altre imputazioni da cui è stato invece assolto. La vicenda risale al mese di febbraio del 2009. Secondo gli accertamenti della Guardia di Finanza, l’illecito sarebbe consistito nel gonfiare le spese per la costruzione di un opificio in Calabria per ottenere cospicui finanziamenti dall’Unione Europea. Il commercialista aveva fin dal primo momento negato le accuse e sostenuto di non avere avuto alcuna parte nella vicenda dei finanziamenti dell’Ue. Appare scontato che l’imprenditore presenterà Appello.
Tutti i dettagli sul quotidiano Libertà.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà